Semplicemente fantastica ed innovativa tecnica di infiltrazione per il trattamento non chirurgico delle adiposità localizzate. Attualmente rappresenta la procedura più efficace per tutti quei soggetti che non desiderano sottoporsi ad un intervento di lipoaspirazione, costituendo una valida alternativa.

Come restringere le ossa nasali senza rompere il naso? Un miracolo?

No, semplicemente utilizzando una tecnica speciale e personalizzata in cui l’osso viene solo incrinato. 

La blefaroplastica non chirurgica permette di trattare inestetismi cutanei e migliorare la cute delle palpebre senza utilizzo del bisturi ma utilizzando il Plexr. Questo tipo di intervento permette di ottimizzare in modo indolore, senza punti o anestesia, la luminosità dello sguardo di una persona, eliminando quell’eccesso di pelle della palpebra superiore o inferiore che affligge molte persone.

Sono due metodiche di indiscussa e comprovata efficacia che finalmente trovano una sinergia per un trattamento mirato che porterà ad ottenere un ringiovanimento naturale del viso, collo e corpo. E’ il primo e unico Resurf-Tightening a radiofrequenza frazionata e needling che rigenera la pelle in profondità, rendendola più tonica, compatta e levigata, senza post trattamento.

La linea che vediamo quando ci guardiamo nello specchio è chiamata piega nasolabiale. È la linea tra il naso (naso) e la bocca (labiale). Con il tempo, la maggior parte delle persone vorrebbe averla rimossa perché rappresenta un segno d’ invecchiamento.

Di trapianti di capelli ne abbiamo sentito parlare. E’ l’unica branca specialistica che permette di ritrovare una capigliatura sana, naturale e permanente. La tecnica che garantisce il miglior risultato estetico è la FUE (follicular unit extraction), ovvero la risposta più avanzata alla calvizie che permette in appena 6 mesi la ricrescita dei propri capelli che doneranno un risultato definitivo entro un anno dall’intervento.

Con l’invecchiamento, anche le palpebre (sia superiori sia inferiori) subiscono delle modificazioni e soprattutto, in chi ne è predisposto, incominciano a presentare un eccesso cutaneo che le rende, per così dire, “pesanti”. Il problema, però, non è solo estetico, perché spesso compromette la corretta visione e può causare anche frequenti mal di testa.

Nella puntata andata in onda l’ 8 dicembre su LA7 all’ interno del MAGAZINE7 troverete l’intervista dedicata alla Dott.ssa Barbara Lorenzin. La calvizie è davvero un fenomeno in crescita?

Pagina 3 di 6