I capelli sono da sempre un elemento molto importante nell'estetica del volto di tutti noi. Sempre di più uomini e donne dedicano attenta cura alle proprie chiome con l'obiettivo di avere una capigliatura sana e sempre in ordine. Come Sansone traeva una forza incredibile dai suoi folti capelli, così oggi avere capelli sani e belli ci permette di “essere più forti” e vivere con maggiore sicurezza il rapporto con gli altri in tutti gli ambiti della nostra vita: dalle relazioni interpersonali fino a quelle lavorative.

La tecnologia in campo estetico sta facendo passi avanti incredibili offrendo ai pazienti soluzioni sempre più efficaci che comportano minor disagio. Interventi che fino a ieri sembravano impensabili senza ricorrere alla sala operatoria, al bisturi e a tempi più o meno lunghi di recupero, oggi sono possibili grazie alla chirurgia non ablativa.

Sempre più pazienti decidono di rivolgersi alla chirurgia esterica per migliorare il proprio aspetto fisico, per piacersi maggiormente e per ridurre i segni del tempo che passa. Sul mercato troviamo molteplici soluzioni che possono rispondere alle diverse esigenze. Il consiglio che possiamo offrire è sempre quello di valutare con attenzione i trattamenti che vengono proposti ed affidarsi sempre a personale medico qualificato.

La carbossiterapia è un trattamento che prevede la somministrazione di anidride carbonica (CO2) tramite delle microiniezioni sottocutanee per migliorare il microcircolo e ridurre alcuni inestetismi. I campi di applicazione di questa terapia sono molteplici ed offrono generalmente dei buoni risultati. In questo articolo vedremo come e perchè possa essere anche efficace per il cuoio capelluto. Grazie alla sua capacità di agire sulla circolazione sanguigna, questo tipo di terapia può rivelarsi molto utile per migliorare la salute dei capelli e limitarne la caduta.

Liberarsi una volta per tutte dai peli superflui, un sogno che da sempre accompagna le donne e, da qualche tempo, inizia ad essere un’esigenza sentita anche dal sesso maschile. Quello che un tempo era considerato un imprescindibile elemento di virilità, oggi viene visto da molti uomini come uno sgradevole elemento antiestetico.

Il metodo consiste in un intervento che parte da una mappatura del volto. Vengono così individuati i punti precisi dove iniettare speciali filler e prodotti ad hoc, ottenendo così un risultato naturale, senza il pericolo di inutili esagerazioni chirurgiche.

La carbossiterapia è un trattamento mini-invasivo in continua evoluzione che da anni viene impiegato con successo in ambito dermatologico, flebologico e medico-estetico per il trattamento di cellulite, smagliature e cicatrici e, più recentemente, anche nella terapia antiaging.

Secondo una previsione delle organizzazioni mondiali che si occupano di dermatologia, la tendenza per i prossimi quindici anni sarà un aumento vertiginoso dei disordini a livello di pigmentazione. In generale possiamo dire che il colore della pelle del viso tenderà a scurirsi, e perciò saranno sempre più richiesti al personale medico specializzato trattamenti per il ripristino di tono, luminosità, lucentezza a livello cutaneo. 

Pagina 1 di 2