Cosa dobbiamo sapere del nostro naso

Pubblicato in La Rubrica del Medico
in data:
24
Gennaio
2019

Come restringere le ossa nasali senza rompere il naso? Un miracolo?

No, semplicemente utilizzando una tecnica speciale e personalizzata in cui l’osso viene solo incrinato. 

Risultati fantastici con meno dolore, meno sanguinamento e nessuna necessità di tamponi. Tutto questo significa personalizzare il risultato estetico che ci chiede il paziente per intervenire su quella struttura meravigliosa che è il naso.

Non dimentichiamo che il naso è la parte, dopo il cervello, che riempie di più la nostra testa e quindi è una parte fondamentale. Tutte quelle che sono le nevralgie, tutti i problemi di respirazione notturni provengono da li.

E poi ce la turbinoplastica, la risposta definitiva a tutti quelli che soffrono di apnee notturne, a tutti coloro che la notte si svegliano, che di giorno, non avendo dormito la notte, magari, provocano incidenti stradali o incidenti sul lavoro.

La risposta anche qui è definitiva. Niente tamponi, riduzione dei turbinati inferiori, niente emorragia. Importantissimo da sapere è che all’interno di queste salsicciotte che si chiamano turbinati inferiori c’è un osso ed è un osso che si ingrossa anche lui per cui tutte quelle tecniche di bruciature dei turbinati sono errate in quanto si è ipertrofizzato, gonfiato anche l’osso.

Letto 640 volte Ultima modifica in data: Giovedì, 24 Gennaio 2019 14:35