Botox: cos'è e quali sono le procedure di intervento

Pubblicato in La Rubrica del Medico
in data:
13
Febbraio
2018

Sempre più pazienti decidono di rivolgersi alla chirurgia esterica per migliorare il proprio aspetto fisico, per piacersi maggiormente e per ridurre i segni del tempo che passa. Sul mercato troviamo molteplici soluzioni che possono rispondere alle diverse esigenze. Il consiglio che possiamo offrire è sempre quello di valutare con attenzione i trattamenti che vengono proposti ed affidarsi sempre a personale medico qualificato.

La chirurgia estetica è una cosa seria. Che si tratti di un intervento ambulatoriale o che si tratti di un intervento più lungo e complesso bisogna mettere la propria salute nelle mani di persone preparate e competenti. Diffidate sempre da chi offre servizi "low-cost" promettendo miracoli.

Cos'è il Botox?

La formazione delle rughe è uno dei primi e principali fattori che evidenziano l’invecchiamento cutaneo e possono generare una sensazione di disagio che deriva dal vedere il proprio viso diverso dall'immagine tonica e fresca che abbiamo nella nostra mente. Il Botox, di cui si sente molto parlare, è un trattamento a base di tossina botulinica che, attualmente, è il sistema anti-invecchiamento cutaneo più utilizzato, diffuso e richiesto al mondo. Si contanto più di 5 milioni di interventi l'anno. Questa proteina una volta iniettata è capace di bloccare la connessione tra nervi e tessuti per un determinato periodo di tempo (in genere la sua efficacia è stimabile tra 3/6 mesi). Con il Botox otterremo come effetto quello di un viso più giovane e fresco con una riduzione delle rughe e lineamenti più distesi.

Botox: procedure di intervento

Il Botox è generalmente ben tollerato e non provoca né dolore né gonfiori. Il trattamento infatti prevede un’iniezione nel tessuto sottocutaneo/intramuscolare con delle micro siringhe. Si tratta quindi di un intervento semplice che viene effettuato in breve tempo. A differenza di altri interventi chirurgici non richiede riposo post-operatorio. Questa pratica ambulatoriale va effettuata esclusivamente presso studi specialistici ed ha una durata di circa 20/30 minuti a seduta. Il trattamento può essere fatto su tutti i pazienti, ad eccezione di donne in stato di gravidanza o allattamento o in particolari soggetti che soffrono di malattie legate alla sfera neuromuscolare. Preliminare a qualsiasi azione è ovviamente un'attenta valutazione del paziente, per verificarne la piena idoneità.

Botox: le zone trattate

Il Botox non è una soluzione che va bene per tutto il corpo. Parliamo di un trattamento che è utile per alcune parti ben specifiche.

Le più trattate sono:

  • La zona frontale: la fronte è una delle parti del nostro corpo che è maggiormente soggetta a rughe.
  • La zona glabellare: quella che è compresa tra le due sopracciglie e che spesso vede la comparsa di rughe glabellari più o meno marcate a seconda dell'età.
  • La zona perioculare: si tratta del contorno occhi dove si trovano le cosiddette zampe di galline, ovvero delle rughe che si formano a causa delle nostre espressioni facciali.
  • La zona peribuccale: la zona delle labbra può essere trattata con il botox per eliminare le rughe intorno a quella particolare area.

Botox e filler: due cose diverse

Bisogna specificare che il Botox non è un filler. Questo è un aspetto che bisogna ben precisare: il filler è un'altra cosa. Un trattamento a base di sostanze riempitive che, una volta infiltrate, danno volume. Per esempio i filler antirughe sulle labbra (per lo più a base di acido ialuronico) consentono di intervenire per correggere asimmetrie e difetti, ridefinendo lineamenti e volume.

Botulino preventivo

Una pratica che si è diffusa negli ultimi tempi è quella del Botulino preventivo. È un trattamento, sempre a base di tossina botulinica in soggetti giovani, con un'età che può variare tra i 25 ed i 30 anni. Si tratta di un procedimento precauzionale per anticipare l'arrivo delle rughe in particolari soggetti che hanno una particolare predisposizione alla formazione di queste.

Possono essere sportivi che si allenano molto all'aria aperta o persone che si espongono alla luce del sole senza l'utilizzo di protezioni solari. Fumatori o coloro che tendono ad usare molto la muscolatura del volto.

Questo nuovo sistema di intervento è ancora in fase di sviluppo e sono meno i casi rispetto all'uso del botox non preventivo. Sicuramente nei prossimi anni potremo assistere ad un aumento di pazienti che, ancora in età giovane, vorranno fare un trattamento di questo tipo.

Botox: perchè ha tanto successo?

Il trattamento con il botulino è sempre più richiesto in medicina estetica perchè presenta indubbi vantaggi.

Risultati estetici ottimi:

Si tratta di una tecnica estremamente collaudata e, se svolta da un professionista preparato, garantisce risultati vermente eccellenti.

Risultati reversibili:

Il trattamento non produce risultati definitivi, pertanto è possibile fare una prova e vedere se si è soddisfatti. L'effetto di una seduta dura circa di 3/6 mesi.

Costi non troppo impegnativi:

Il trattamento ha costi molto accessibili, soprattutto se paragonati ad altri interventi di chirurgia estetica.

Trattamento indolore:

Si tratta di un intervento in cui il dolore da sopportare è di poco conto se non addittura nullo.

Trattamento poco invasivo:

il Botox viene iniettato con delle microsiringhe ed è pertanto poco distrubante per il paziente. le sedute inoltre sono molto brevi.

Nessun decorso post intervento:

Dopo il trattamento non sono necessarie medicazioni o fasciature né tantomento dei tempi di degenza. Dopo una seduta è possibile da subito riprendere le normali attività della nostra vita.

Letto 455 volte Ultima modifica in data: Venerdì, 23 Febbraio 2018 12:08