Trattamento capillari o Terapia Sclerosante

Che cos'è?

La terapia sclerosante o scleroterapia è una pratica medica impiegata per rendere meno visibili le teleangectasie degli arti inferiori. Esse non sono altro che quei fastidiosi e antiestetici capillari visibili sulle gambe, di colore mutabile dal rosso vivo al blu/verde scuro. La TRAP (Fleboterapia Rigenerativa Tridimensionale Ambulatoriale) è un trattamento di ultima generazione che cura l’insufficienza venosa degli arti inferiori. Quindi ha la funzione di rigenerare le pareti venose, restituendo alle vene malate la loro originaria forma.

Indicazioni e vantaggi

In estate è molto frequente notare sulle gambe di parecchie donne antiestetici reticoli venosi. La causa è dovuta alla dilatazione del sistema venoso superficiale che, provocando ipertensione nelle vene, fa in modo che queste si dilatino innescando un circolo vizioso che fa si che i capillari superficiali si ingrossino a loro volta mettendosi così in evidenza.

I fattori che influenzano l’insorgere delle teleangectasie (capillari dilatati) sono:

  • svolgimento di attività che prevedono una prolungata stazione eretta o troppo sedentaria
  • eventi che causano delle alterazioni ormonali, come la gravidanza
  • invecchiamento della parete venosa, dovuto spesso all’età
  • genetica ed ereditarietà

Sia la terapia sclerosante che la TRAP sono consigliate a chiunque abbia i capillari dilatati, senza limite di età.

I principali vantaggi riscontrabili sono:

  • la TRAP è rigenerativa ed ha un effetto curativo, tutelando il patrimonio venoso del nostro corpo
  • sono entrambi trattamenti poco invasivi e ambulatoriali
  • la terapia sclerosante riduce le teleangectasie rendendole quindi meno evidenti e visibili
  • non necessitano di anestesia

Come si svolge la seduta?

La terapia sclerosante consiste nell’iniettare un liquido che si può definire “irritante” all’interno dei vasi da trattare in modo da causarne la coagulazione e l’assorbimento. Normalmente si necessita di 2/3 iniezioni per teleangectasia, ma dipende dalla dimensione. Per rendere i capillari meno visibili servono in ogni caso più sedute, anche se è molto soggettivo. Finito il trattamento consigliamo sempre di utilizzare un bendaggio elastico a compressione graduata sulla parte trattata.

La seduta di TRAP prevede l’iniezione di una sostanza denominata bisclero che consente di rinforzare le pareti del sistema venoso. In questo modo si va a ridurre il diametro del vaso dilatato riportandolo alla normalità e rigenerandolo. La sostanza viene iniettata con un ago sottilissimo che non dà fastidio. Solitamente occorre ripetere il trattamento un paio di volte su ogni zona. Consigliamo di indossare le calze elastiche almeno per una settimana dopo la seduta.

Risultati e durata

L’esito di entrambe le terapie sarà quello di rendere meno visibili gli antiestetici capillari dilatati sulle gambe. Inoltre, si noterà anche un miglioramento in termini di sensazione di pesantezza agli arti inferiori, scompariranno i crampi notturni ed il gonfiore. E’ importante anche evitare l’esposizione al sole della parte trattata per 2/3 settimane. Normalmente, una volta effettuata la terapia sclerosante o la TRAP, non compariranno più i capillari dilatati che sono stati trattati, ma non si può prevenire l’insorgere di altri essendo legati a vari fattori non facili da tenere sotto controllo!