Carbossiterapia: un alleato per la salute dei tuoi capelli

Pubblicato in La Rubrica del Medico
in data:
24
Gennaio
2018

La carbossiterapia è un trattamento che prevede la somministrazione di anidride carbonica (CO2) tramite delle microiniezioni sottocutanee per migliorare il microcircolo e ridurre alcuni inestetismi. I campi di applicazione di questa terapia sono molteplici ed offrono generalmente dei buoni risultati. In questo articolo vedremo come e perchè possa essere anche efficace per il cuoio capelluto. Grazie alla sua capacità di agire sulla circolazione sanguigna, questo tipo di terapia può rivelarsi molto utile per migliorare la salute dei capelli e limitarne la caduta.

Perchè perdiamo i capelli?

Durante la stagione più fredda i capelli tendono ad apparire più fragili ed opachi. Si possono assotigliare, perdere lucentezza e sono, in generale, più difficili da trattare. In alcuni casi questi sono i tipici lati negativi dell'inverno, in altri possono essere un campanello d'allarme che indica un potenziale pericolo di diradamento dei capelli. Per correre ai ripari spesso si tende a ricorrere a rimedi fai da te, fiale ed integratori anticaduta sono le soluzioni più testate. Hanno costi ragguardevoli e spesso non garantiscono risultati perchè non intervengono direttamente sul problema.

Vediamo quali possono essere alcune cause della perdita dei capelli:

  • Stress: momenti di forte stress a livello personale possono arrestare la crescita di nuovi capelli. In questi periodi è normale avere una perdita di capelli superiore al normale.
  • Trattamenti cosmetici aggressivi: alcuni trattamenti cosmetici possono risultare troppo aggressivi e danneggiare la normale ricrescita del capello.
  • Lavaggi troppo frequenti con shampoo non adeguati: i lavaggi troppo frequenti non sono un problema, lo diventano se vengono svolti con uno shamppo non adeguato.
  • Cambi di stagione: generalmente nei cambi di stagione, in particolare in primavera ed autunno si tende a perdere più capelli.
  • Inquinamento atmosferico: l'inquinamento presente nelle nostre città è un nemico dei nostri capelli.
  • Fattori ereditari: il nostro patrimonio ereditario incide molto sulla salute dei nostri capelli.
  • Squilibri ormonali: gli squilibri e i cambiamenti ormonali possono portare a una caduta dei capelli.
  • Patologie legate ai capelli: il cuoio capelluto è una macchina perfetta ma che può incepparsi. Alcune patologie possono causarne la perdita.

La perdita dei capelli è un processo che negli uomini e delle donne genera un senso di forte disagio. I capelli sono un elemento molto importante del nostro viso con cui ci relazioniamo tutti i giorni con le altre persone nella nostra vita personale e professionale. Pertanto già dopo i primi sintomi si tende a correre subito al riparo, cercando le soluzioni migliori per arrestare questo processo.

Carbossiterapia: perchè funziona sui capelli

Perchè questa nuova terapia risulta così efficace? La scienza ha dimostrato che all'origine dei fenomeni di alopecia ed assottigliamento c'è una progressiva perdita di ossigenazione del bulbo pelifero. Per arrestare questo processo la carbossiterapia risulta molto utile. Infatti questa migliora la vascolarizzazione del cuoio capelluto e ne favorisce l'ossigenazione, fornendo nutrimento immediato al bulbo pelifero.

Tutto questo è possibile grazie all'anidride carbonica che svolge alcune importanti e decisive funzioni tra cui la vasodilatazione, la stimolazione ed il rilascio dei fattori di crescita. Questa azione ha come effetto l'aumento del flusso ematico ed un conseguente aumento di ossigeno e nutrimento a livello locale favorendo la ricrescita dei capelli. Il risultato sarà pertanto follicoli più sani e capelli più forti e lucenti.

La terapia

La terapia prevede un ciclo di diverse sedute in cui si effettuano le microiniezioni sottocutanee per il rilascio di anidride carbonica. Generalmente si possono svolgere da 1 a 2 volte la settimana ed il numero totale di sedute dipende sempre dal tipo di patologia e dal singolo paziente. Un confronto preliminare con il medico che effettuerà il trattamento è consigliato.

Efficacia della Carbossiterapia

Studi scientifici hanno dimostrato l'efficacia di questa terapia, i risultati parlano di circa il 70/80% di risultati positivi in donne che si sono sottoposte a questo trattamento. Possiamo affermare che è un trattamento assolutamente sicuro. L'anidride Carbonica è infatti atossica e non c'è alcun rischio di embolia. Non vi sono particolari rischi per la salute o controindicazioni mediche. Infine il trattamento è praticamente indolore.

A chi rivolgersi

Stiamo parlando di un trattamento medico che va affrontato con la massima attenzione e serietà. Bisogna sempre affidarsi ad un professionista che abbia tutti i titoli per operare. Fondamentale è che l'anidride carbonica medicale sia veicolata da macchinari riconosciuti dal Ministero della Salute e che le iniezioni vengono fatte con aghi monouso e sterili.

Letto 262 volte Ultima modifica in data: Mercoledì, 24 Gennaio 2018 14:58