Tossina botulinica Bocouture: tutto quello che devi sapere per il ringiovanimento del viso

Pubblicato in La Rubrica del Medico
in data:
13
Giugno
2017

Con l'Articolo 1 della Determinazione AAM/AIC pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 62 il 15.3.2017 è stata data l'autorizzazione all'immissione in commercio del medicinale Bocouture nella confezione da 100 unità di polvere per soluzione iniettabile. Un ulteriore riscontro che conferma l'importanza delle sue applicazioni nell'ambito della medicina estetica, soprattutto nel trattamento delle cosiddette 'rughe da espressione'. 

Il principio attivo di questo medicinale è la Tossina Botulinica di Tipo A, priva di proteine complessanti e purificata da pericolose colture di Costridium Botulinum (Ceppo Hall), il cosiddetto batterio “cattivo”.

 pelle viso bocouture

Le indicazioni terapeutiche della tossina botulinica di Bocouture

La tossina botulinica è indicata per migliorare in via temporanea l'aspetto delle rughe nella parte superiore del volto in adulti con età inferiore ai 65 anni. Il medicinale può essere venduto solo a personale medico specializzato, che lo somministra in studi medici attrezzati previa visita ambulatoriale.

Il trattamento infatti non è per tutti, si applica nei casi in cui la gravità dei solchi ha un importante impatto psicologico per il paziente. Si tratta di una serie di problematiche a livello estetico che si possono così suddividere:

  • solchi verticali da moderati a gravi tra le sopracciglia, osservati al massimo corrugamento, definiti anche solchi glabellari;
  • rughe peri-orbitali laterali da moderate a gravi, osservate al massimo sorriso - ovvero “rughe a zampe di gallina”;
  • rughe orizzontali della fronte da moderate a gravi osservate alla massima contrazione;

Tossina botulinica per estetica

L'approvazione della commercializzazione nel nuovo formato della tossina botulinica per usi estetici e terapeutici è stata salutata in termini molto positivi dalla SIME, la Società Italiana di Medicina Estetica. Il trattamento con tossina botulinica avviene attraverso iniezioni in grado di contrastare il cedimento strutturale a livello cutaneo. Già, ma come funziona questo tipo di trattamento?

Tossina botulinica: per quali casi è indicata

La medicina estetica è quel settore in cui più di ogni altro medicina e dermatologia si incontrano, per contrastare gli inestetismi cutanei. I trattamenti sono diversi - peeling, mesoterapia, laser, fillers… solo per fare qualche esempio, e tutti accomunati dal basso livello di invasività. A differenza dei chirurghi plastici, i medici estetici non utilizzano il bisturi ed i loro interventi sono decisamente più leggeri, fatti per permettere ai pazienti un pronto rientro alla vita quotidiana e professionale.

Tra le varie pratiche sempre più sicure e apprezzate anche dai pazienti italiani c'è appunto l'iniezione di tossina botulinica. Il bocouture è specifico per il trattamento delle linee superiori del viso: le linee incrociate orizzontali – definite anche rughe della fronte o “linee dell’ansia"; le linee peri-orbitali laterali – o rughe perioculari; e le linee glabellari – ovvero quelle rughe verticali che compaiono sopra al naso, alla base della fronte, tra un sopracciglio e l'altro.

 bocouture ragazza

Tossina botulinica Bocouture: come agisce nei trattamenti di medicina estetica

L'intervento sulle linee facciali superiori è forse tra quelli più richiesti, perché nella maggior parte dei casi conduce ad un processo di ringiovanimento visibile, seppur temporaneo. Il medicinale è stato altamente testato anche in sede europea e i dati clinici hanno lasciato emergere un profilo di assoluta sicurezza e di rilevante efficacia. 

La tossina, una volta iniettata, è in grado di bloccare i segnali nervosi, che così non riescono più a raggiungere i muscoli e a farli contrarre. La contrazione muscolare è inibita, perché appunto si basa sul neurotrasmettitore acetilcolina, che a livello cellulare si lega ai recettori del muscolo provocandone il movimento.

Tossina botulinica Bocouture: tempistiche e modalità del trattamento

Il trattamento si svolge nei centri specializzati, non è necessaria alcuna anestesia né ricovero. Si tratta in buona sostanza di un tipo di lifting alternativo, che si svolge in pochi minuti soltanto attraverso iniezioni a livello muscolare

Di solito la tossina agisce nell'arco di 24-72 ore, ma in alcuni casi il suo effetto può durare fino a cinque giorni. L'aspetto sicuramente rilevante è la mancanza di segni e effetti collaterali visibili sul viso – ematomi, lividi, eritemi o croste non si presentano, consentendo al paziente di riprendere al più presto, dopo l'intervento, la sua vita quotidiana.

Gli effetti delle applicazioni possono durare fino a quattro mesi. Oltre all'aspetto risolutivo nei confronti delle criticità più evidenti, la tossina botulinica dona anche vitalità, lucentezza, tono ed elasticità.

Bocouture: le controindicazioni

La tossina botulinica non deve essere somministrata in pazienti con riscontrata ipersensibilità al principio attivo o agli eccipienti del farmaco. Inoltre deve essere evitata nei seguenti casi:

  • Donne in gravidanza o allattamento;
  • Persone che manifestano disturbi generalizzati a livello muscolare – come la miastenia gravis o la sindrome di Lambert-Eaton;
  • Soggetti che sperimentano infezione o infiammazione in corso nell'area interessata al trattamento.
Letto 81 volte Ultima modifica in data: Mercoledì, 28 Giugno 2017 00:30