Capelli e terapia rigenerativa

La medicina rigenerativa per i capelli usa il PRP contro la caduta dei capelli.

Che cos’è il PRP?

Il trattamento con il plasma ricco in piastrine (PRP) sfrutterebbe il potere rigenerativo dei fattori di crescita cellulari delle piastrine presenti nel sangue.

La medicina rigenerativa sui capelli: L'azione del PRP

Il PRP è una nuova tecnica che ha varie applicazioni nella medicina rigenerativa. Un campione di sangue viene prelevato dal paziente per ottenere un concentrato piastrinico (centrifugato e trattato) che viene iniettato dove si vuole attenuare la caduta di capelli; in questo modo le piastrine rilasciano fattori di crescita per la formazione di nuovi vasi sanguigni intorno al follicolo pilifero.

I nuovi vasi aumenterebbero:

  • l’irrorazione
  • l'ossigenazione
  • l’apporto di nutrienti

I capelli cadono anche per una scarsa vascolarizzazione del bulbo capillifero che non riceve una adeguata quantità di ossigeno, sangue e nutrienti. Chi usa questa tecnica sostiene che con il ripristino dell' irrorazione e delle funzionalità del bulbo si potrebbero ridurre gli effetti della caduta dei capelli.

Il PRP agirebbe:

  • per ricreare le condizioni di normale afflusso sanguigno
  • rallentare la caduta dei capell
  • migliorarne la qualità

La medicina rigenerativa capelli: il trattamento

Il PRP è il plasma ricco di piastrine, che si può prelevare direttamente dal sangue della stessa persona. Il sangue prelevato viene centrifugato e trattato. Il plasma concentrato che si ottiene in seguito alla centrifugazione del sangue contiene una grande quantità di fattori di crescita in grado di rigenerare i tessuti. Isolata la parte del plasma utile si procederà alla fase successiva del trattamento. Il trattamento viene somministrato attraverso piccole iniezioni nella zona interessata e produrrebbe, secondo i medici che usano questa tecnica rigenerativa, un miglioramento della vascolarizzazione del cuoio capelluto e un prolungamento della vita follicolare. Il corretto afflusso di sangue ai bulbi rallenterebbe la caduta dei capelli e migliorerebbe la funzionalità dei follicoli. La terapia con PRP è una tecnica rigenerativa che presenterebbe poche controindicazioni in quanto il sangue viene prelevato dallo stesso paziente (si riduce il rischio di reazioni allergiche).

La medicina rigenerativa per i capelli funziona?

Secondo alcuni studi scientifici il PRP agirebbe su diversi problemi legati ai capelli, quindi le sue azioni sarebbero di: 

  • aumento dello spessore
  • miglioramento del Volume in generale della capigliatura (Sulle donne i risultati sono più evidenti che negli uomini)

La riuscita del trattamento dipende da alcune variabili che sono: 

  • il tipo di perdita di capelli
  • se ci sono cellule idonee

I risultati non sono prevedibili e sono individuali, non esistono prove scientifiche sull’efficacia del trattamento soprattutto sulla ricrescita dei capelli.

La medicina rigenerativa per i capelli: quali sono i tempi?

I primi risultati visibili si avrebbero dopo 2-4 mesi dalla prima seduta, con il picco massimo dopo circa 6 mesi. In genere sono necesari dei trattamenti di richiamo 3-4 volte all'anno a secondo della gravità del caso (2-4 sedute distanziate 3 mesi una dall'altra).

Le combinazioni tra trattamenti

Il trattamento PRP potrebbe aiutare a migliorare i risultati del trapianto autologo, quindi potrebbe essere consigliato di fare dei trattamenti in varie fasi.

La medicina rigenerativa per i capelli e il prelievo di follicoli

Il follicolo pilifero è una fonte importante di cellule staminali, da un campione prelevato da una zona donatrice si ottiene un concentrato che può essere usato dove serve.

Questa Terapia rigenerativa può essere usata nel controllo della caduta dei capelli.

L'applicazione di cellule staminali follicolari potrebbe:

  • Stabilizzare la caduta dei capelli
  • Aumentare la quantità, il rinnovamento e la rigenerazione di capelli
  • Inoltre migliorerebbe la funzionalità follicolare e cellulare

Si tratta di una tecnica non traumatica e non invasiva, che permette al paziente di continuare una vita normale dopo il trattamento.

Più di recente, l’abbinamento con il PRP, viene usato per: 

  • migliorare l’attecchimento, la quantità e la crescita dei bulbi trapiantati
  • velocizzare la guarigione dopo il trapianto

Il PRP viene usato da diversi anni in chirurgia ortopedica, oculistica, odontoiatria, e in medicina estetica per la biorivitalizzazione e nel lipofilling autologo. Il suo uso nel campo della cura della caduta dei capelli è recente ed è considerato un trattamento innovativo, anche se si dovranno confermare con studi scientifici i risultati del trattamento.